First Act IT

A3
 
L’Associazione Culturale nonprofit Global Union of Young Artists ha lo scopo primario di promuovere il talento di giovani artisti provenienti da tutto il mondo.
 
Per questo suo inizio, l’Associazione ha in programma prevalentemente iniziative volte alla promozione di giovani jazzisti e alla diffusione della cultura musicale jazzistica.
 
Per far ciò è stato costituito il Global Youth Jazz Network, una rete di giovani musicisti provenienti dai cinque continenti, che con l’aiuto dell’Associazione e di imprenditori, enti pubblici e privati vuole creare festival e stagioni di eventi musicali coordinate, con lo scopo di promuovere giovani musicisti e di far apprezzare nuove realtà musicali appartenenti a mondi geografici e culturali molto distanti.
Il lavoro di volontariato dei membri dell’Associazione, insieme a donazioni e sponsorship, rende possibile la realizzazione di un numero consistente di eventi ad un costo relativamente basso, che includono prevalentemente spettacoli musicali, ma anche jam session e workshop.
 
Il programma delle nostre iniziative è itinerante.
Ogni tappa sarà chiamata Act, numerata e denominata utilizzando la sigla del Paese che ospita l’iniziativa.
Il First Act IT si svolgerà in Sicilia, dove verranno organizzati circa 35 eventi musicali dal dicembre del 2013 all’aprile del 2014, con la partecipazione di 10 diverse band e 34 musicisti da 12 diversi Paesi.
 
Le band partecipanti comprendono alcune tra le più premiate ed apprezzate realtà della scena jazzistica giovanile.
Il Kaja Draksler Acropolis Quintet è stato scelto come una delle tre band per il prestigiosissimo 12 Points Plus Program e si è esibito in festival quali lo Skopje Jazz Festival, il Ljubljana Jazz Festival, il 12 Points Festival, il Vossa Jazz Festival, l’Akbank Jazz Festival ad Istanbul, ed il Jazzkaar a Tallinn.
Bram Stadhouders è diventato il più giovane musicista ad aver vinto il rinomato North Sea Jazz Composition Assignment, si è esibito nei Paesi Bassi, negli Stati Uniti, in Norvegia, Polonia, Germania, Russia, Israele, Belgio, Spagna, Macedonia, Grecia, Serbia, Turchia, Slovacchia, Slovenia, Ungheria e Bulgaria.
Matiss Cudars ha vinto nel 2012 il primo premio al Keep An Eye Jazz Award e il primo premio allo European Young Artist’s Jazz Award Burghausen 2013.
Daan Kleijn ha vinto il VNO-NCW Talent Award ed il Gasterra Talent Award.
Sanem Kalfa è la vincitrice del Montreaux Jazz Vocal Prize 2010.
Sander Thijsen, dopo un concerto al Concertgebouw ad Amsterdam, è stato selezionato dal Netherlands American Community Trust per esibirsi nel novembre del 2012 alla Carnegie Hall di New York.
 
L’Associazione è supportata da esperti professionisti anche nei settori del graphic design e della comunicazione. La comunicazione sarà curata da Concetta Bonini, già responsabile del settore all’interno della Fondazione Teatro Garibaldi e di Modica Miete Culture, che ha portato alto il nome di Modica sino alle pagine sia dei quotidiani che delle riviste di settore a livello nazionale.
Il grafico che curerà tutta l’iniziativa sarà Giovanni Caccamo, uno dei formidabili grafici di Sony Music e Monya Grana, brand di accessori di abbigliamento con punti vendita a Parigi, Roma e Milano.

Non c’è solo bisogno di spazio. Nella giungla funziona in quel modo e spesso funziona anche bene: i predatori delineano il proprio territorio e le prede scappano dove possono verso spazi liberi dai leoni. Il mondo degli uomini ha però un equilibrio diverso: per lo più servono ascolto, fiducia, supporto economico, lungimiranza, insieme alla protezione da chi, per un motivo o per l’altro, guardandosi allo specchio, anziché delle mani vede delle zanne. Serve amore e solidarietà, insieme ad una certa libertà dalla paura, che domina incontrastata nel mondo animale.
Chi è più debole ed inesperto, come i giovani, può a volte essere una preda perfetta anche nel mondo degli uomini, anche qui in Sicilia. D’altra parte, trarre conclusioni generali e dare suggerimenti difensivisti ai giovani, sulla base di questa nostra realtà locale, è un’assurdità. Gli uomini oggi non sono affatto solo questo. “Non seguite i vecchi, non date ascolto a ciò che vi diranno, è un depistaggio per mantenere la loro posizione e lucrare sulla vostra presunta necessità di essere orientati, mentre sono loro ad averlo perso, l’orientamento. Vi si aggrappano per non annegare!” Queste sono le parole di un mio amico amareggiato dal nostro contesto socio-economico e culturale. Per quanto sia difficile, l’ho invitato a non perdersi d’animo. Seguendo il suo consiglio, i giovani non farebbero altro che sottomettersi alle leggi disumane che predominano, per diventare magari da grandi dei nuovi tiranni e perpetuare questo stato di cose. Non è questa la via per il cambiamento.
Esistono buoni padri, esistono buoni maestri, buoni politici, esistono persone buone. Alcune di loro, poi, abitano proprio in questa giungla.
Giacomo Caruso (coordinatore)